login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

Ti vuoi informare

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

comunicati rss stampa


ricerca

 

08 agosto 2011
 

 


LE FAMIGLIE ITALIANE SULL'ORLO DELLA CRISI

 

Le famiglie italiane sull'orlo della crisi:
sempre più indebitate e facile preda degli usurai

Pietro Giordano, Adiconsum: Chiediamo ad Abi e Assofin l'apertura urgente di un Tavolo per affrontare la drammatica situazione delle famiglie italiane sempre più indebitate tra inflazione, aumento dei tassi dei mutui, difficoltà ad onorare le rate di prestiti, utilizzo indotto o inconsapevole delle carte di credito



Le famiglie italiane come dimostrano recenti e qualificate ricerche - dichiara Pietro Giordano - risultano contrarre sempre più debiti per poter pagare e sostenere il proprio tenore di vita, anche in presenza di una crisi economica ed un livello di tassazione ormai insostenibile.

Prestiti bancari o contratti con finanziarie, credito al consumo, utilizzo indotto e inconsapevole della carta di credito, finiscono col creare una spirale perversa che ogni anno fa precipitar e migliaia di famiglie sotto la soglia di povertà .

Sempre più - continua Giordano - il rischio sovraindebitamento diventa una certezza e aumentano vertiginosamente le probabilità di cadere nelle mani di usurai.

L'aumento dell'inflazione produce inevitabilmente anche un aumento dei tassi di interesse con ricadute devastanti sui mutui a tasso variabile degli italiani che sempre di più vedono le proprie abitazioni messe all'asta, il cui ricavato non riesce a coprire i debiti lasciando quindi le famiglie ancora preda di maggiore e ulteriore sovraindebitamento.

Adiconsum - conclude Giordano - chiede che si apra al rientro dalle ferie, un tavolo con Abi e Assofin per affrontare e risolvere i drammatici problemi dei consumatori che non accennano a diminuire stante la crisi economica in atto.

 


Share |

 


 
 

Archivio >>