login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

Ti vuoi informare

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

comunicati rss stampa


ricerca

 

04 dicembre 2017
 

 


RYANAIR

 

De Masi: Ryanair non mantiene promesse. Nessun contatto per aprire tavolo di conciliazione


RYANAIR

 

Ryanair non mantiene ciò che ha promesso:
 nessun incontro con le Associazioni Consumatori per le conciliazioni
e continua a negare diritti ai passeggeri

 

Carlo De Masi, Presidente di Adiconsum nazionale:

Bene Agcm che ha avviato un procedimento.
ENAC faccia mantenere le promesse fatte da Ryanair.

Presso le sedi Adiconsum si può chiedere assistenza
per chi ha avuto problemi con la compagnia irlandese.

 

4 dicembre 2017 – Apprendiamo che l’Autorità garante della Concorrenza e del mercato ha avviato un procedimento di inottemperanza nei confronti della compagnia aerea low cost, Ryanair, che ha disatteso, non solo il provvedimento cautelare emesso dalla stessa Autorità lo scorso 25 ottobre, ma anche l’ordinanza del TAR del Lazio che ha rigettato la richiesta di sospensione del provvedimento avanzata dal vettore.


Rendiamo altresì noto – dichiara Carlo De Masi, presidente di Adiconsum nazionale – che, nonostante la disponibilità manifestata dal CEO di Ryanair nell’incontro con l’Enac di dar vita ad un tavolo di conciliazione con i consumatori, non siamo stati contattati in alcun modo dalla compagnia.


A Ryanair non piace rispettare le promesse fatte – prosegue De Masi - che, evidentemente, gli servono solo a far allontanare eventuali sanzioni e a far passare il tempo, così da far dimenticare i comportamenti scorretti perpetrati nei confronti dei malcapitati consumatori.


Quanto accade è grave. Adiconsum confida nell'Antitrust, affinché induca la compagnia irlandese a rispettare il Regolamento CE 261/2004 e sollecita l’ENAC, affinché faccia pressioni sulla compagnia per aprire un tavolo di conciliazione. Visti tali comportamenti, infatti, è più che mai necessario, per garantire i passeggeri italiani, realizzare un organismo paritetico di conciliazione ADR fra le associazioni consumatori e l'azienda, sottolinea De Masi.


I viaggiatori che hanno subito dei torti da Ryanair non devono però rassegnarsi – conclude il Presidente di Adiconsum – Essi possono ricorrere al Procedimento europeo per le controversie transfrontaliere di modesta entità che, tramite il giudice di pace del luogo di partenza o di arrivo dell'aereo, consente di far valere i propri diritti senza dover ricorrere all'avvocato. Per ricevere assistenza, ci si può rivolgere alle sedi di Adiconsum o al Centro Europeo Consumatori Italia



 

 


Share |

 


 
 

Archivio >>