login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

difendi i tuoi diritti

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

comunicati rss stampa


ricerca

 

27 febbraio 2018
 

 


BANCHE/NPL

 

De Masi: Sportelli di ascolto/sostegno per famigie/imprese in difficoltà


BANCHE/NPL

 

Carlo De Masi, Presidente di Adiconsum nazionale:

Con la svendita di 115 miliardi di NPL,

migliaia le famiglie e le imprese a rischio dramma sociale.

 

ADICONSUM lancia, insieme a FIRST CISL,

sportelli di ascolto e sostegno per i cittadini in difficoltà

coi crediti deteriorati.

 

Istituzione di un Osservatorio sugli NPL

 

 

 

27 febbraio 2018 – Nell’ambito della Campagna “Adesso Banca!” - Manifesto per la tutela del risparmio e del lavoro – promossa da CISL e FIRST CISL, a cui Adiconsum ha dato la propria adesione, annunciamo la costituzione di una rete capillare, in tutte le sedi provinciali, di sportelli di ascolto e sostegno per le famiglie e le imprese assoggettate a procedure di recupero dei crediti da parte di soggetti diversi dalle banche in cui il debito era stato contratto, per evitare che vengano sottoposti ad abusi – dichiara Carlo De Masi, presidente di Adiconsum nazionale.

 

Lo scopo degli sportelli – prosegue De Masi - è quello di far emergere se, tra i cessionari dei crediti deteriorati venduti dalle banche, vi siano soggetti adusi a comportamenti spregiudicati o, peggio, violenti, e di aiutare i soggetti più deboli a non cadere nella trappola dell’usura. Ricordiamo che Adiconsum da tempo gestisce, su incarico del Governo, il Fondo di prevenzione dell’usura e del sovraindebitamento, destinato alle famiglie. Attraverso il Fondo, Adiconsum collaborerà con altri soggetti istituzionali e con Banca Etica per aiutare anche le piccole imprese, meritevoli, in difficoltà.

 

A livello nazionale, poi – continua ancora De Masi - di concerto tra Adiconsum, CISL e FIRST CISL, sarà istituito un osservatorio sul credito deteriorato allo scopo di: monitorare i diversi comportamenti nell’attività di recupero crediti, sia nel caso esse siano internalizzate dalle banche creditrici e sia che siano, invece, gestite da soggetti diversi cessionari dei crediti stessi; fornire report puntuali sulle irregolarità riscontrate e sull’esito degli interventi a sostegno delle situazioni più disagevoli; promuovere momenti di incontro e riflessione pubblica sui modelli di gestione dei crediti deteriorati.

 

Con questa iniziativa – conclude De Masi - Adiconsum e FIRST CISL pongono un altro importante tassello nel progetto di riforma avanzato dal manifesto AdessoBanca!, unica proposta oggi presente nel Paese, per riportare le attività di gestione del risparmio e di concessione del credito nell’ambito dei valori dettati dalla nostra Costituzione.



 


Share |

 


 
 

Archivio >>