login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

Ti vuoi informare

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

comunicati rss stampa


ricerca

 

29 luglio 2011
 

 


PREOCCUPANTI DATI ISTAT

 

I prezzi alimentari calmierano gli aumenti vertiginosi dei carburanti

Pietro Giordano, Adiconsum: "Preoccupati dai dati Istat,
ribadiamo con forza al Sottosegretarlo Saglia
la richiesta di convocazione del tavolo con petrolieri e Consumatori.
Indispensabile il taglio delle accise per fermare la spirale crisi-inflazione



Siamo al paradosso! - dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum - Il tasso di inflazione cresce a fronte di una crescita esponenziale dei costi energetici, primi fra tutti quelli dei carburanti, e il prezzo dei prodotti alimentari finiscono col calmierare il tasso d'inflazione. È la dimostrazione "plastica" di come paradossalmente i ceti meno abbienti finiscono col pagare il conto di chi è più ricco.

Lo stesso aumento dell'inflazione produce nel tempo anche un aumento dei tassi di interesse da parte della BCE, con l'effetto di pesare gravemente sui mutui variabili delle famiglie italiane, che sempre di più vedono mettere all'asta le loro abitazioni, bene primario per un'esistenza dignitosa.

Adiconsum chiede, ancora una volta, al sottosegretario Saglia la convocazione del tavolo con petrolieri e associazioni dei consumatori per trovare soluzioni ad un processo di aumento vertiginoso della spesa energetica a carico delle famiglie italiane.

Un taglio alla tassazione sui carburanti - conclude Giordano - è ormai indispensabile se si vuole fermare la spirale perversa crisi-inflazione.

 


Share |

 


 
 

Archivio >>