login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

difendi i tuoi diritti

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

alimentazione > mangiare corretto

SALE: ATTENZIONE AL CONSUMO ECCESSIVO
SALE: ATTENZIONE AL CONSUMO ECCESSIVO
Settimana Mondiale per la riduzione del consumo di sale, alcune dritte per consumarne di meno
23 marzo 2017

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la Settimana Mondiale per la Riduzione del Consumo di Sale, che si svolgerà dal 20 al 26 marzo. L’iniziativa è promossa dalla World Action on Salt & Health (WASH), associazione mondiale con partner in 95 Paesi dei diversi continenti e sostenuta in Italia dalla Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU) e dal Gruppo di lavoro Intersocietario per la Riduzione del Consumo di Sale in Italia (GIRCSI) dell'Istituto superiore di sanità (ISS) e delle Regioni.

 

L’iniziativa. L’iniziativa in questione è stata istituita nel 2005 con un duplice scopo; da un lato, si pone l’obiettivo di educare le popolazioni di tutto il mondo su una graduale riduzione dell’assunzione di sale con l’alimentazione; dall’altro ha come proposito la sensibilizzazione dei Governi sulla necessità di una strategia più ampia e dettagliata per la riduzione del sale tra la popolazione ma anche incoraggiare le grandi aziende alimentari e multinazionali a ridurre effettivamente la quantità di sale presente nei loro prodotti trasformati.
Sebbene sia importante limitare l’utilizzo di sale nella cucina casalinga di tutti i giorni e il suo consumo domestico, è altrettanto fondamentale tenere sotto controllo il consumo di alimenti confezionati e già pronti nei quali la presenza di sale è il più delle volte “nascosta”. E infatti il 75% del sale che viene assunto è nascosto nei cibi che si acquistano.

 

I rischi. Come il Ministero sottolinea “un consumo eccessivo di sale determina non solo un aumento della pressione arteriosa, con conseguente aumento del rischio di insorgenza di gravi patologie dell’apparato cardiovascolare correlate all’ipertensione arteriosa, quali infarto del miocardio e ictus cerebrale, ma è associato anche ad altre malattie cronico-degenerative, quali i tumori dell’apparato digerente, in particolare quelli dello stomaco, l’osteoporosi e la malattia renale cronica.”

 

I dati. In base a ricerche fatte svolgere dal Ministero della Salute, i consumatori italiani sono ancora lontani dal consumare il sale nei limiti indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità fissato a meno 5 g al giorno

Gli uomini ne consumano oltre il doppio del limite giornaliero raccomandato (10,6 grammi contro 5) e le donne poco meno (8,2 grammi). Solo il 5% degli uomini ed il 15% delle donne si mantiene sotto i limiti. Anche le persone ipertese mangiano troppo salato (10,1 grammi gli uomini e 8,1 grammi le donne), così come i bambini tra i 6 e 18 anni, con 7,4 grammi al giorno tra i ragazzi e 6,7 g tra le ragazze. 

 

Cosa puoi fare per ridurre il consumo di sale?

Il Ministero della Salute consiglia delle semplici ma efficaci mosse da attuare per ridurre l’eccessivo consumo di sale.

 

·      Leggi attentamente l’etichetta nutrizionale per scegliere in ciascuna categoria i prodotti a minore contenuto di sale e cerca i prodotti a basso contenuto di sale, cioè inferiore a 0.3 grammi per 100 g (corrispondenti a 0.12 g di sodio)

·      Riduci l’uso di sale aggiunto sia a tavola che in cucina, preferendo il sale iodato, e utilizza in alternativa spezie, erbe aromatiche, succo di limone o aceto per insaporire ed esaltare il sapore dei cibi

·      Limita l’uso di altri condimenti contenenti sodio (dadi da brodo, salse, maionese, ecc.)

·      Riduci il consumo di alimenti trasformati ricchi di sale (snack salati, patatine in sacchetto, alcuni salumi e formaggi, cibi in scatola)

·      Evita l’aggiunta di sale nelle pappe dei bambini, almeno per il primo anno di vita.



 

Share |
 

 

contenuti correlati

  • in primo piano
  • eventi
  • video
INTERVISTA A STEFANIA RUGGERI, nutrizionista del...
Quali sono i comportamenti alimentari che gli adolescenti dovrebbero assolutamente evitare? Innanzitutto, l’adolescenza è un momento molto delicato della vita perché c’è...
 
SAI COSA MANGI?
Adiconsum lancia un sondaggio online rivolto ai ragazzi dai 14 ai 19 anni sulle abitudini alimentari, per incentivare un rapporto più consapevole e responsabile con il cibo. Il sondaggio...
 
L’ITALIA È TRA I PAESI EUROPEI DOVE SI MANGIA...
Secondo i dati Eurostat più di un terzo degli europei sopra i 15 anni (34,4%) non mangia nemmeno un frutto o verdura al giorno, ma  il nostro Paese si posiziona quarto tra i Paesi...
 
Archivio >>
11 novembre 2015 | mangiare corretto
MERCOLEDI' 11 NOVEMBRE
Adiconsum a Tgcom24 Mercoledì 11 novembre dalle ore 16, Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum, interverrà in diretta a Tgcom24 per parlare di LATTE

07 luglio 2014 | mangiare corretto
LUNEDÌ 7 LUGLIO
Adiconsum Convegno Agroalimentare Lunedì 7 luglio 2014 - ore 9.00 CNEL - Sala del Parlamentino Roma – Viale David Lubin, 2                ...

26 marzo 2014 | mangiare corretto
MERCOLEDI' 26 MARZO
Adiconsum  UnoMattina Mercoledì 26 marzo, Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum, parteciperà in diretta dalle ore 7.30 alla trasmissione di UnoMattina, per parlare di...

Archivio >>
17 aprile 2018 | mangiare corretto
Sai cosa mangi?
SAI COSA MANGI? Adiconsum lancia un brevissimo sondaggio online rivolto ai ragazzi dai 14 ai 19 anni sulle abitudini alimentari, per incentivare un rapporto più consapevole e responsabile con...

12 giugno 2012 | mangiare corretto
GUIDA AI DISTRIBUTORI AUTOMATICI
L'uso dei distributori automatici di alimenti e bevande fa ormai parte dei nostri gesti quotidiani. Per questo Adiconsum ha realizzato insieme con Confida, l'associazione della distribuzione...

04 aprile 2012 | mangiare corretto
Come riconoscere la Colomba di qualità
Perché la colomba, dolce tipico pasquale, sia di qualità deve rispettare alcune condizioni: la lievitazione naturale, la presenza obbligatoria ed esclusiva di burro e le uova...

Archivio >>
Informazioni e Tutele

 

Progetti & Iniziative

 nessun progetto presente