login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

difendi i tuoi diritti

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

alimentazione > etichette prodotti

VIA LIBERA DELLA UE ALLA RICHIESTA ITALIANA DI ETICHETTATURA OBBLIGATORIA PER LATTE E DERIVATI
VIA LIBERA DELLA UE ALLA RICHIESTA ITALIANA DI ETICHETTATURA OBBLIGATORIA PER LATTE E DERIVATI
24 ottobre 2016

L'Unione europea ha dato il via libera alla richiesta italiana di indicare l'origine in etichetta per il latte UHT e i prodotti lattiero-caseari. Sono scaduti infatti, il 13 ottobre scorso, senza obiezioni, i tre mesi dalla notifica previsti dal regolamento 1169/2011 quale termine per rispondere agli Stati membri che ritengono necessario adottare una nuova normativa in materia di informazioni sugli alimenti.


Il provvedimento riguarda l'indicazione di origine del latte o del latte usato come ingrediente nei prodotti lattiero-caseari che dovrà essere indicata in etichetta con: «paese di mungitura: nome del paese nel quale è stato munto il latte»; «paese di condizionamento: nome della nazione nella quale il latte è stato condizionato» «paese di trasformazione: nome della nazione nella quale il latte è stato trasformato».

Qualora il latte o il latte usato come ingrediente nei prodotti lattiero-caseari sia stato munto, condizionato e trasformato nello stesso paese, l'indicazione di origine può essere assolta con l'utilizzo della seguente dicitura: "origine del latte: nome del paese". Se invece le operazioni indicate avvengono nei territori di più paesi membri dell'Unione europea, per indicare il luogo in cui ciascuna singola operazione è stata effettuata, possono essere utilizzate le seguenti diciture: "miscela di latte di Paesi UE" per l'operazione di mungitura, "latte condizionato in Paesi UE" per l'operazione di condizionamento, "latte trasformato in Paesi UE" per l'operazione di trasformazione. Infine, se le operazioni avvengono nel territorio di più paesi situati al di fuori dell'Unione Europea, per indicare il luogo in cui ciascuna singola operazione è stata effettuata possono essere utilizzate le seguenti diciture: "miscela di latte di Paesi non UE" per l'operazione di mungitura, "latte condizionato in Paesi non UE" per l'operazione di condizionamento, "latte trasformato in Paesi non UE" per l'operazione di trasformazione.


 

Share |
 

 

contenuti correlati

  • in primo piano
  • eventi
  • video
GIORNATA DEL CONSUMATORE: ADICONSUM LANCIA PREMIO...
          La cerimonia di consegna del premio “Piace ai consumatori” si terrà il prossimo 21 marzo .     Clicca qui per il...
 
SUGHI E SALSE COL POMODORO: ORA L’ETICHETTA TI...
Sei sicuro di quello che mangi? Alcune volte dietro prodotti apparentemente nostrani si nascondono materie prime che d’italiano hanno ben poco; uno svantaggio competitivo per gli agricoltori che...
 
INDICAZIONE D’ORIGINE IN ETICHETTA PER RISO E...
Finalmente anche per il riso e il grano per la pasta i consumatori potranno conoscere l’origine. I ministri, Maurizio Martina per il Ministero delle politiche agricole e forestali, e Carlo...
 
Archivio >>
14 dicembre 2016 | etichette prodotti
VENERDì 23 DICEMBRE
Adiconsum a FUORI TG su Rai Venerdì 23 dicembre, dalle ore 13.40 alle ore 13.55, Adiconsum parteciperà alla puntata di FUORI TG, la rubrica del Tg3, dedicata al PANETTONE, dal punto di...

23 dicembre 2015 | sicurezza degli alimenti
MERCOLEDI' 23 DICEMBRE
Adiconsum a Rai News 24 Mercoledì 23 dicembre, Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum, interverrà in diretta alle ore 15.30 circa su Rai News 24 per parlare di sicurezza e...

11 novembre 2015 | mangiare corretto
MERCOLEDI' 11 NOVEMBRE
Adiconsum a Tgcom24 Mercoledì 11 novembre dalle ore 16, Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum, interverrà in diretta a Tgcom24 per parlare di LATTE

Archivio >>
17 aprile 2018 | mangiare corretto
Sai cosa mangi?
SAI COSA MANGI? Adiconsum lancia un brevissimo sondaggio online rivolto ai ragazzi dai 14 ai 19 anni sulle abitudini alimentari, per incentivare un rapporto più consapevole e responsabile con...



Archivio >>