login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

Ti vuoi informare

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

in primo piano rss aree tematiche


ricerca

 

16 dicembre 2017 BIOTESTAMENTO: LA LEGGE SPIEGATA PER PUNTI

argomento: assistenza / ospedali


 

Con 180 voti favorevoli, 71 contrari e 6 astenuti, l’Aula del Senato ha approvato il disegno di legge 2801, c.d. “Biotestamento”. La legge introdurrà nuovi diritti in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento per i pazienti in condizioni molto difficili.

 

Tre sono gli articoli che ricoprono un ruolo fondamentale, affrontando gli argomenti più importanti di questo delicatissimo tema.

 

1.   Consenso informato e cure

 

·      Il paziente deve poter esprimere un consenso informato sul volersi sottoporre a trattamenti sanitari come idratazione e nutrizione; a seguito della manifesta volontà espressa dal paziente, i medici dovranno rispettarne la scelta (resta salva la possibilità per i medici di ricorrere all’obiezione di coscienza).

·      L’accanimento terapeutico sarà vietato nei casi in cui non vi sia più una ragionevole speranza di vita per il paziente.

·      Sarà permesso utilizzare la sedazione profonda sul paziente.

 

2.   Minori e persone non in grado di esprimere il loro consenso

 

·      Nel caso in cui il paziente non possa esprimere la propria volontà, la delicata scelta riguarderà i genitori o il tutore.

 

3.   Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

 

·      Sarà possibile predisporre le proprie volontà sul fine vita, indicando una persona di fiducia come responsabile.

 

·      La Dat sarà valida solo se espressa con un atto pubblico o un documento privato autenticato che andrà consegnato alle strutture sanitarie o all’ufficiale dello stato civile del proprio Comune.

 

·      Le Dat non hanno scadenza temporale, ma sarà possibile revocarle in qualsiasi momento.

 

·      La Dat riguarda il rifiuto a trattamenti diagnostici, sanitari e terapie.



 

 


 
 
 

15 dicembre 2017 15 DICEMBRE: LA GIORNATA DEGLI SCIOPERI NEL...

argomento: aereo


 

Giornata nera per chi deve spostarsi in aereo. Infatti, venerdì 15 dicembre, sono stati proclamati diversi scioperi:

·      dalle 13 alle 17: sciopero dei piloti ed assistenti di volo della Ryanair

·      dalle 13 alle 17: sciopero dei controllori di volo (ENAV)

·      h24: sciopero lavoratori Alitalia aderenti a CUB Trasporti, senza ripercussioni sui voli (alcuni potrebbero risultare cancellati per via dello sciopero dell’ENAV)

·      dalle 10 alle 14: sciopero del personale di volo della Vueling.

 

Quali diritti per i passeggeri in caso di cancellazione del volo

In caso di cancellazione di un volo per circostanze eccezionali, come nel caso di uno sciopero, i passeggeri, ai sensi del Regolamento CE 261/2004, hanno diritto a:

·      scegliere se chiedere il rimborso del prezzo del biglietto (entro 7 gg) oppure la riprotezione su un volo alternativo, in condizioni di trasporto comparabili, e verso la destinazione finale non appena possibile o ad una data successiva di suo gradimento, ma, in quest’ultimo caso, a seconda del numero di posti disponibili

·      ricevere assistenza, cioè a pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa; sistemazione in albergo in caso di pernottamento; trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione A/R; due telefonate o messaggi via telex, fax o posta elettronica.

 

 

 

IMPORTANTE: Dalle ore 24 del 15 dicembre, il check-in dei voli delle compagnie aeree in partenza dallo scalo di Roma-Fiumicino “Leonardo da Vinci”:

·      Blue Air

·      Eurowings-Germanwings

·      Pegasus Airlines

·      Ryanair

·      Wizzair

 

avverrà dal Terminal 3 invece che dal Terminal 2!!!



 

 


 
 
 

15 dicembre 2017 FIUMICINO AEROPORTO: CAMBIO TERMINAL PER CHECK IN...

argomento: aereo


 

Informiamo che dalle ore 24 del 15 dicembre 2017, causa lavori di ampliamento del Terminal 1, il check-in dei voli delle compagnie aeree in partenza dallo scalo di Roma-Fiumicino “Leonardo da Vinci”:

·      Blue Air

·      Eurowings-Germanwings

·      Pegasus Airlines

·      Ryanair

·      Wizzair

 

avverrà dal Terminal 3 invece che dal Terminal 2!!!



 

 


 
 
 

14 dicembre 2017 PANDORI E PANETTONI: ATTENTI ALLE IMITAZIONI

argomento: spese famiglia


 

Con il d.m. 22/07/05 sono state definite le regole dei prodotti natalizi da forno  a cui sono riservate le denominazioni “pandoro” e “panettone”. Elementi caratterizzanti di questi dolci sono la lievitazione naturale e la presenza obbligatoria di burro e uova fresche.

Gli ingredienti fondamentali  del Panettone sono:

-farina di frumento; 

-zucchero; 

-uova di gallina di categoria “A” e/o tuorlo d’uovo in quantità tali da garantire non meno del 4% in tuorlo; 

-burro in quantità non inferiore al 16%; 

-uvetta e scorze di agrumi canditi, in quantità non inferiore al 20%; 

-lievito naturale costituito da pasta acida; 

-sale

Gli ingredienti del Pandoro, invece, sono:

-farina di frumento; 

-zucchero; 

-uova di gallina di categoria “A” e/o tuorlo d’uovo in quantità tali da garantire non meno del 4% in tuorlo; 

-latte;

-burro in quantità non inferiore al 20%; 

-lievito naturale costituito da pasta acida; 

-aromi di vaniglia o vanillina; 

-sale.

Accanto alle“versioni classiche” sono state create le “versioni speciali”, cioè con l’aggiunta di farciture, ripieni, glassature e decorazioni, che comunque dovranno contenere almeno il 50% dell’impasto base. Tutte le variazioni sul tema dovranno essere riportate in etichetta accanto alla denominazione riservata.
Per quanto concerne l’etichetta di questi prodotti si applicano le disposizioni generali del decreto legislativo 109/92. Dovranno perciò figurarvi: 

-la denominazione di vendita; 
-una descrizione del prodotto; 
-la lista degli ingredienti in ordine ponderale decrescente; 
-il nome e la sede del produttore o confezionatore o del venditore; 
-una menzione facoltativa che indica le modalità di conservazione; 
-il termine minimo di conservazione; 
-il peso netto.

Le regole di produzione e commercializzazione sono applicate anche nelle produzioni artigianali, ma i prodotti venduti direttamente nei laboratori possono essere privi di etichetta, purché denominazione di vendita e lista degli ingredienti sul banco di vendita siano riportati su un cartello posto del banco di vendita o in un registro disponibile alla consultazione da parte dei clienti.

 

 


 
 
 

13 dicembre 2017 DI NOTTE I FARMACI SONO ANCORA PIÙ CARI?...

argomento: farmaci


 

Comprare i medicinali durante la notte sarà molto più caro. Dopo un blocco durato 24 anni, infatti, gli aumenti previsti dalla legge saranno ingenti.

 

I costi

Ecco come cambierà il sovrapprezzo per il turno notturno:

·      nelle farmacie urbane e rurali non sussidiate, il sovrapprezzo passerà da 3,87 a 7,50 euro;

·      negli esercizi sussidiati presenti nelle aree rurali, invece, il sovrapprezzo arriverà addirittura a 10 euro in spese extra sullo scontrino.

 

I nuovi prezzi riguardano tutti i farmaci: sia quelli per uso umano (preparati dalla farmacia o di produzione industriale) che i medicinali veterinari (anche in questo caso sia realizzati in farmacia che di produzione industriale).

 

IMPORTANTE: Le cifre aggiunte sullo scontrino derivano dai diritti addizionali del turno notturno di cui beneficia il farmacista, anche se ci sono alcune farmacie che hanno deciso di non applicare il sovrapprezzo.

 

Applicabilità

Come specificato da Federfarma, i sovrapprezzi NON saranno applicati in determinate situazioni:

·      se le ricette sono state prescritte dal medico di famiglia indicando il carattere di urgenza o se sono state scritte dalla guardia medica: in questi casi, il sovrapprezzo sarà a carico del Sistema sanitario nazionale.

·      nel caso delle farmacie aperte secondo l’orario stabilito dal proprietario.

 

Dovremmo pagare di più, dunque, solo nel caso di farmacie:

·      “a battenti chiusi” (quando la farmacia è chiusa con il farmacista di guardia presente nell’esercizio)

·      “a chiamata” (quando la farmacia è chiusa e il farmacista indica con chiarezza all’esterno il proprio indirizzo e il numero telefonico di reperibilità)

·      quando la farmacia viene aperta durante il turno notturno obbligatorio prescritto dalle autorità sanitarie.

 

Nel caso delle farmacie rurali sussidiate, tali costi saranno applicati anche nel caso dei turni di chiusura diurni (l’aggiornamento tariffario prevede 4 euro in più a scontrino).



 

 


 
 
 

12 dicembre 2017 ADICONSUM AL CONVEGNO “QUALE MOBILITÀ...

argomento: Auto Elettriche/E-mobility


 

Martedì 12 dicembre 2017, presso l’Antica Biblioteca del Link Campus University, Adiconsum partecipa, in qualità di relatore, al convegno “Quale mobilità sostenibile? Scenari e prospettive della mobilità in Italia e in Europa”.

 

L’evento è suddiviso in due panel. Adiconsum interviene nel panel II, con inizio previsto alle ore 17.00, dal titolo “Quale Roadmap per la  mobilità elettrica in Europa e in Italia”.

 

 

Programma

 

 


 
 
 

12 dicembre 2017 BITCOIN: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

argomento: spese famiglia


 

Si sente sempre più spesso parlare di Bitcoin, come di una valuta virtuale che permettere facili guadagni agli investitori. In realtà, le cose stanno molto diversamente. Ecco, allora, tutto quello che c’è da sapere sui Bitcoin.

 

Cos’è il Bitcoin

È una criptovaluta, le cui transazioni vengono registrate in un database distribuito, la c.d. blockchain, utilizzata nello scambio di dati “peer to peer”, collegati in rete allo stesso livello, senza bisogno di un server.

Esso, però, non può essere definito nell’accezione classica di moneta perché:

·      non può essere utilizzato come riserva di valore, perché il suo valore può cambiare radicalmente in poche ore

 

·      non è un mezzo di scambio efficace (i prezzi dovrebbero adeguarsi al valore della moneta in tempo reale)

 

·      non può essere utilizzato come unità di conto (non è possibile indicare un prezzo standard in Bitcoin per acquistare un paniere di beni o servizi, sempre a causa dell’altalenante valore della moneta).

 

Inoltre, il bitcoin:

·      non appartiene a nessun governo e territorio

·      il suo valore viene determinato in base alle leggi della domanda e dell’offerta

·      le transazioni effettuate non prevedono costi di trasmissione.

 

Come funziona il Bitcoin

 

Il meccanismo di funzionamento del Bitcoin è piuttosto semplice: tutte le operazioni di scambio di Bitcoin vengono registrate in un libro mastro virtuale, un po’ come succede per le banche.

La grande differenza sta nel fatto che il libro mastro dei Bitcoin è decentralizzato: non ha una sede unica (es. i server di una banca), ma è gestito da una miriade di computer connessi alla rete che, utilizzando la loro potenza di calcolo, svolgono ognuno una piccolissima parte di una serie di calcoli complicatissimi (si tratta di un’applicazione del sistema blockchain). Tale pratica si chiama Mining; ognuno di noi può utilizzare il proprio computer per partecipare e riceve in cambio alcune monete virtuali.

Tale procedura è però completamente antieconomica:

 

·      Per generare pochi centesimi è necessario tenere il Pc acceso per giorni, con un gran dispendio di energia elettrica

 

·      Per eseguire anche una minima parte di quelle operazioni bisogna disporre un computer piuttosto potente

 

Il sistema del libro mastro diffuso protegge il Bitcoin da attacchi hacker proprio per il fatto che i dati non risiedono da nessuna parte.

Il Bitcoin, inoltre, mantiene criptati i dati degli utilizzatori; è tuttavia possibile sapere sempre a quanto ammonta il numero di Bitcoin esistenti nella rete, rendendo impossibili le falsificazioni.

 

Mario Draghi, presidente della Banca Centrale europea, afferma che attualmente non vi sono i presupposti per una situazione di emergenza sul controllo dell’offerta di moneta; Draghi ha però sottolineato che le autorità devono continuare a monitorare gli sviluppi e condividere le informazioni.

 

È consigliabile investire in Bitcoin?

Non esiste una risposta esatta, proprio per via dell’imprevedibilità della criptomoneta; tuttavia, prima di avventurarsi in questo tipo di investimenti, è necessario capire che i rischi esistono e che bisogna diffidare di chi tesse le lodi del Bitcoin come investimento sicuro. Nella sua storia, la criptomoneta ha, infatti, già mandato in fumo i risparmi di alcune persone. Esiste poi la concreta possibilità che il conio criptato subisca provvedimenti da parte dei regolatori e del fisco, che potrebbero ricadere in modo negativo sui risparmiatori.



 

 


 
 
 

11 dicembre 2017 GAS: MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DICHIARA...

argomento: bollette


 

A causa di un incendio nelle vicinanze di un tratto di rete gestito dall’operatore Gas Connect in Austria, è stato interrotto il flusso del gas del gasdotto che collega il nodo di Baumgarten fino all’ingresso di Tarvisio della rete nazionale italiana.

Come da Regolamento europeo e dal Piano di emergenza nazionale, il Ministero dello Sviluppo Economico ha dichiarato lo stato di emergenza. Il Dicastero ha però fatto presente che i consumatori italiani non rimarranno senza fornitura di gas. La mancata importazione del gas dal gasdotto sarà, infatti, coperta dal gas immagazzinato negli stoccaggi nazionali in sotterraneo.

 

Il Ministero fa sapere che monitorerà costantemente la situazione in contatto con gli operatori interessati al fine di verificare i tempi necessari per la  ripresa dei flussi.



 

 


 
 
 

06 dicembre 2017 ACQUISTI ONLINE: ATTENZIONE AI FALSI “SIGILLI...

argomento: acquisti / e-commerce


 

Sfortunatamente, quando si fanno acquisti online, ci si può imbattere anche in venditori scorretti che, esponendo sigilli e attestazioni false, attirano gli ignari clienti in possibili truffe.

 

Recentemente, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano-Netcomm  ha segnalato la presenza di un sito, www.benejal.de/it, che, senza aver mai fatto parte del circuito Netcomm, esponeva il sigillo del Consorzio senza averne la licenza d’uso.

 

Tali condotte vanno a scapito di tutti i consumatori che, rassicurati dalla presenza di questi sigilli, credono di affidarsi a professionisti in grado di garantire trasparenza, affidabilità e la possibilità di accedere alla conciliazione paritetica, ma anche degli operatori onesti.

 

Cos’è il sigillo Netcomm

 

Il sigillo Netcomm viene rilasciato dal Consorzio Netcomm, solo dopo un’attenta valutazione. I siti che espongono il Sigillo si impegnano ad offrire ai propri clienti i migliori standard di sicurezza, tutela della privacy e di trasparenza. Essi si impegnano a rendere visibili:

·      i dati identificativi, inclusa la partita IVA

·      i contatti e-mail o telefonici del servizio clienti

·      le informazioni di prodotti e servizi

·      le condizioni di vendita

·      le modalità di pagamento, consegna e fatturazione

·      i sistemi adottati per la sicurezza dei dati e delle transazioni

·      le informative sulla privacy.

 

 

Consiglio Adiconsum: Al di là della presenza del sigillo, prima di acquistare online, verificare sempre la presenza di tali elementi



 

 


 
 
 

06 dicembre 2017 TARIFFE SOVRAREGIONALI TRENITALIA INIQUE: AL VIA...

argomento: treni


 

Sei tra coloro che ha pagato indebitamente un abbonamento sovraregionale di Trenitalia, compreso tra gennaio 2012 e giugno 2017? Questa notizia è per te!

 

Adiconsum presenterà, insieme ad altre Associazioni Consumatori, una relazione all’Antitrust e all’Autorità dei trasporti affinché valutino i i comportamenti vessatori e l’incoerenza delle tariffe applicate agli abbonamenti da Trenitalia. Le tariffe di quel periodo, infatti, erano calcolate sulla base di un algoritmo che si è rivelato non corretto, tant’è che nel secondo semestre 2017 è stato cambiato.

 

Mentre Trenitalia continua a ignorare la possibilità di intraprendere una conciliazione tra azienda e viaggiatori, le Regioni hanno invece già predisposto il risarcimento del sovrapprezzo pagato dagli abbonati nel periodo di riferimento.

 

Invitiamo, pertanto, tutti i pendolari titolari di abbonamenti annuali o mensili a rivolgersi alle sedi Adiconsum per aderire, dall’1 gennaio 2018, alla vertenza nazionale e ad accedere alle relative azioni legali che verranno intraprese nel caso Trenitalia non decida di attuare la giusta scelta della conciliazione.

 

 

 

 

  

 

 

 

 


 
 
 

04 dicembre 2017 DL FISCALE È LEGGE: UNA PANORAMICA DELLE NOVITÀ...

argomento: spese famiglia


 

Il decreto legge fiscale n. 148/2017 è diventato legge. La Camera lo ha infatti approvato in via definitiva il 30 novembre, votando la fiducia chiesta dal Governo.
 
Ecco le principali novità per i consumatori.
 
·      Divieto di fatturazione a 28 gg per bollette telefonia fissa, mobile e pay-tv
(clicca qui per leggere nostro approfondimento)

·      Rottamazione bis delle cartelle esattoriali
(clicca qui per leggere nostro approfondimento)
 
·      Divieto di estinzione del reato di stalking pagando una multa (pena pecuniaria)
 
·      Proroghe dei Fondi nel “pacchetto sisma”
Il pacchetto prevede:
Ø  la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari per i residenti nei Comuni di Livorno, Rosignano Marittimo е di Collesalvetti colpiti dall’alluvione dello scorso settembre
Ø  le misure fiscali di favore per i cittadini di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno, sull'isola di Ischia, colpiti dal sisma dello scorso agosto. Gli isolani potranno anche utilizzare 40 milioni di euro stanziati per la ricostruzione e la ripresa economica
Ø  la proroga al 31 maggio 2018 del termine per gli adempimenti e i pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione per gli abitanti dei territori del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 2016-2017
Ø  altre misure ad hoc per i territori colpiti dal sisma in Abruzzo del 2009 e nelle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto del 2012.
 
·      Uscita da scuola under 14
Ø  Consentita solo se autorizzata per iscritto dai genitori dell’alunno. L’autorizzazione dei genitori solleva la scuola dall’obbligo di vigilanza.
 
·      Nuovi criteri per lo sconto fiscale dei fuorisede universitari
Ø  Per poter usufruire degli sconti fiscali (detrazione Irpef del 19%), rimane la distanza ad almeno 100 km dall'Ateneo dove studiano, ma i due Comuni (quello di residenza e quello della sede dell’Università) non devono più necessariamente appartenere a provincie diverse. Per gli studenti fuorisede residenti in zone di montagna o disagiate la distanza obbligatoria è dimezzata a 50 km.
 
·      Stop a vendita online di E-cig
Ø  Le sigarette elettroniche potranno essere vendute solo nelle tabaccherie e nelle rivendite autorizzate. No alla vendita online.
 
·      Mini scudo fiscale per i lavoratori frontalieri
Ø  I contribuenti residenti in Italia, ex lavoratori frontalieri iscritti all'Aire, o i loro eredi, potranno sanare con un versamento del 3% a forfait (a titolo di imposte, sanzioni e interessi) le attività, i depositi sui conti correnti e libretti detenuti all'estero e mai dichiarati al Fisco italiano.
 
·      Produzione cannabis terapeutica
La produzione è affidata allo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze. Incrementati anche i fondi per nuove serre.


 

 


 
 
 

04 dicembre 2017 RYANAIR FA ORECCHIE DA MERCANTE: ANTITRUST AVVIA...

argomento: aereo


 

Non è bastato il provvedimento cautelare emesso lo scorso 25 ottobre dall’Antitrust nei confronti di Ryanair per non aver fornito, a seguito delle cancellazioni dei voli, informazioni chiare, trasparenti e accessibili ai consumatori sui propri diritti, come previsto dal regolamento CE n. 261/2004.

 

L’Antitrust aveva ordinato alla compagnia aerea low cost di comunicare sia direttamente ai consumatori che tramite il proprio sito internet i diritti derivanti dalla cancellazione dei voli, in modo da poter far acquisire ai soggetti interessati piena consapevolezza:

·      della sussistenza non solo del diritto al rimborso e/o della modifica gratuita del volo cancellato, ma anche della compensazione pecuniaria, ove dovuta

·      dell’elenco completo delle date, delle tratte e dei numeri dei voli cancellati, nei confronti

·      della procedura per richiedere rimborso e/o modifica gratuita del volo e la compensazione pecuniaria che deve essere disponibile sul sito web e facilmente fruibile.

 

Ryanair non solo non ha ottemperato a quanto stabilito dall’Autorità lo scorso 25 ottobre, ma ha continuato nel suo comportamento anche dopo la pronuncia del TAR del Lazio che ha rigettato la domanda incidentale di sospensione del provvedimento cautelare richiesta dal vettore aereo.

 

Che fine ha fatto la disponibilità data durante l’incontro dall’Enac di aprire un tavolo di conciliazione, come richiesto da noi di Adiconsum e dalle altre Associazioni Consumatori?

 

Invitiamo i consumatori a rivolgersi alle sedi territoriali Adiconsum per veder rispettati i propri diritti, così come ribadito dall’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato.




 

 


 
 
 

01 dicembre 2017 ADICONSUM UMBRIA E FNP CISL: INCONTRO PER PARLARE...

argomento: prevenzione


 

Il gioco d’azzardo può diventare una malattia in grado di logorare e dilaniare intere famiglie. Per questa ragione Adiconsum Umbria e la Federazione nazionale dei Pensionati Fnp-Cisl Umbria hanno promosso l’incontro "Ludopatia? Conoscerla per combatterla”, con lo scopo di informare e sensibilizzare le persone sui rischi che coinvolgono molte, troppe famiglie italiane.
Il convegno, tenutosi presso il Teatro di Ellera di Corciano, rientra nel programma della Regione Umbria finanziato dal Ministero dello sviluppo economico.
Il tema è stato trattato mettendo in risalto il devastante impatto psicologico, sociale ed economico di questa malattia sulle persone.
Adiconsum Umbria ha già annunciato l’obiettivo di voler sensibilizzare anche i giovanissimi nelle scuole: l’educazione, infatti, è un efficace strumento per prevenire e mettere la parola fine alla piaga sociale della ludopatia.
Tutte le strutture Adiconsum sono impegnate fattivamente nel contrasto alla ludopatia. Dal 2016 l’Associazione ha aderito alla campagna #SlotMob.

 

 


 
 
 

01 dicembre 2017 DIRITTO ALLO STUDIO: 1 DICEMBRE INCONTRO...

argomento: contributi scolastici


 

Si terrà oggi 1 Dicembre alle ore 17,30 presso l'aula N 1.6  Edificio 2 Campus città studi del Politecnico di Milano sede di Piazza Leonardo da Vinci, l’incontro tra studenti e decisori politici sul diritto allo studio, nell’ambito del progetto europeo TEACH-Together for an equally accessible education, finanziato dal programma Erasmus+, di cui Adiconsum è coordinatore.

 

L’Università svolge attività di consultazione sistematica degli studenti, articolata per focus tematici relativi all’inclusione sociale nel mondo universitario, all’accesso alle varie agevolazioni e provvidenze, alla riforma dei modelli di diritto allo studio universitario (DSU) e di collegamento tra università e mondo del lavoro, alla realizzazione delle pari opportunità nell’istruzione così come sancito dalla Costituzione italiana, per una compiuta mobilità sociale ancorata al merito.

 

Nell’ambito del progetto TEACH, è stato anche lanciato tra gli studenti universitari di tutta Italia il sondaggio “E tu, hai diritto allo studio?”.

 

Se sei uno studente universitario, puoi raccontare la tua esperienza o far sapere qual è la percezione del diritto allo studio nel tuo ateneo, rispondendo al

 

SONDAGGIO

Locandina Teach MILANO


 

 


 
 
 

01 dicembre 2017 AL VIA LE DOMANDE PER ACCEDERE AL REI: ECCO I...

argomento: spese famiglia


 

Ufficialmente partirà il prossimo 1° gennaio 2018, ma è possibile già dal 1° dicembre 2017 presentare la domanda di accesso al Reddito di Inclusione, la misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale, che sostituirà il SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva).

 

Che cos’è il ReI

·      È un beneficio economico, accompagnato da un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa.

 

Chi può richiedere il ReI

·      Nuclei familiari in condizioni di povertà, sulla base della DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) che va presentata non oltre la domanda per il Rei, che attesti il possesso di un:

Ø  ISEE non superiore a 6.000 euro

Ø  ISRE non superiore a 3.000 euro

Ø  Patrimonio immobiliare, che non sia casa di abitazione, non superiore a 20.000 euro

Ø  Patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro, accresciuto di 2.000 euro a componente familiare (successivo al primo), fino ad un massimo di 10.000 euro

·      Residenti in Italia, in via continuativa da almeno due anni al momento della presentazione della domanda

·      Nuclei familiari con un minore di anni 18 oppure un disabile con almeno un genitore o tutor oppure una donna in stato di gravidanza oppure un lavoratore di età pari o superiore a 55 anni disoccupato (da almeno 3 mesi o che non benefici da almeno 3 mesi della prestazione per la disoccupazione) per licenziamento (anche collettivo), dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale.

 

A quanto ammonta

L’importo dipende da:

·      numero dei componenti del nucleo familiare

·      reddito

·      trattamenti assistenziali.

 

L’importo è pari, su base annua, al valore di euro 3.000 moltiplicato per il parametro della scala di equivalenza corrispondente alla specifica composizione del nucleo familiare, al netto delle maggiorazioni di cui all’allegato 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 159 del 2013,  nonché per un parametro pari, in sede di prima applicazione, al 75 per cento.

 

L’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale.

 

Come viene erogato

·      Attraverso una carta prepagata elettronica (Carta ReI) emessa da Poste Italiane SpA.

·      Viene erogato mensilmente, per un importo pari ad 1/12mo del valore su base annua.

 

Da chi viene erogato

·      Dall’INPS.

 

Quanto dura

·      È erogato per un periodo massimo continuativo di 18 mesi

 

Rinnovo del ReI

Può essere rinnovato, ma per non più di 12 mesi e lasciando trascorrere un lasso di tempo pari a 6 mesi dalla cessazione della prestazione.

 

Compatibilità del ReI

·      Entro determinati limiti, il ReI è compatibile con lo svolgimento di un’attività lavorativa.

 

Incompatibilità del ReI

Il ReI è incompatibile con la fruizione contemporanea della NASpI o di altro ammortizzatore sociale per la disoccupazione involontaria di un componente del nucleo familiare.

 

A chi presentare la domanda

·      Ai Comuni o a punti di accesso indicati dagli stessi Comuni.

·      La domanda va presentata utilizzando il seguente Modello

·      Sia al momento della presentazione della domanda che per tutta la durata del beneficio, l’attestazione ISEE deve essere in corso di validità. 

 

 


 
 
 

01 dicembre 2017 DICEMBRE: TUTTE LE DATE DA RICORDARE

argomento: spese famiglia


 

Ecco le date da tenere d’occhio questo mese.

 

1° dicembre

·      Presentazione all’INPS della domanda di accesso al Reddito di Inclusione (REI)

·      Accensione dei riscaldamenti nelle zone climatiche A e B.

 

7 dicembre

·      Pagamento rate scadute luglio e settembre e pagamento terza rata della prima rottamazione delle cartelle esattoriali.

 

18 dicembre

·      Pagamento IMU e TASI.

 

20 dicembre

·      Dichiarazione di non detenzione della tv per esonero pagamento canone anno 2018 (il termine scade a gennaio, ma è bene inviarla prima di Natale).

 

31 dicembre

·      Ultimo giorno per presentare la domanda sul bonus asilo nido.

 

 


 
 
 

30 novembre 2017 DL FISCALE: ADDIO ALLE BOLLETTE A 28 GIORNI, MA...

argomento: telefonia


 

Il decreto fiscale trasformato in legge contiene la fine della fatturazione delle bollette a 28 giorni, ma solo fra 4 mesi. Che cosa succederà nel frattempo, non è dato saperlo, o meglio tutto rimarrà come prima, ossia le bollette continueranno ad essere fatturate ogni 28 giorni.

 

Ma quali sono le bollette che non potranno più essere fatturate ogni 28 giorni, ma ogni mese o multipli di 1 mese?

Sono le:

·      bollette per il telefono fisso

·      bollette per il telefono mobile

·      bollette per servizi di comunicazione elettronica (internet)

·      bollette per la pay-tv.

 

Le bollette che non possono più essere fatturate a 28 gg riguardano i seguenti piani tariffari:

·      abbonamenti

·      prepagati

·      clientela business, grandi clienti affari e partite iva.

 

Quali sono le bollette escluse?

·      Tutte quelle che riguardano promozioni con durata inferiore al mese e non rinnovabili.

 

Standard minimi della bolletta

·      La fatturazione dovrà rispettare degli standard minimi che saranno indicati agli operatori dall’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM).

 

Indennizzo forfettario ai consumatori

·      In caso di violazione degli standard minimi, l’operatore dovrà corrispondere al consumatore un indennizzo forfettario pari a 50 euro, maggiorata di 1 euro per ogni giorno di fatturazione illegittima.

 

Sanzioni agli operatori

·      Sono state raddoppiate e vanno dai 240.000 euro ad un massimo di 5 milioni di euro.

 

Applicazione

·      Per adeguarsi alla nuova norma, gli operatori hanno 120 giorni (4 mesi) di tempo dalla data di conversione del decreto in legge, cioè dal 30 novembre 2017.

 

 

La norma stabilisce anche che le compagnie telefoniche dovranno specificare se la fibra arriva in casa (Ftth) e all’armadio (Fttc). In quest’ultimo caso, le aziende non potranno più usare la parola “fibra” nelle offerte pensate per i consumatori.

 

L'auspicio di Adiconsum è che le aziende anticipino l’adeguamento alla nuova norma. Adiconsum fa, inoltre, sapere che vigilerà sui siti degli operatori e sulle offerte da loro proposte, affinché la norma di legge sia rispettata.

 

Invitiamo, pertanto, i consumatori a continuare a segnalarci le criticità sia sulla nostra pagina facebook Adiconsum nazionale che sulla pagina dedicata “Come ci succhiano i soldi dal telefonino”, sul nostro profilo twitter, sul nostro account Instagram e al numero verde 800 894191.

 

Come Adiconsum continueremo a chiedere la modifica dell'art. 70 del Codice delle Comunicazioni elettroniche che permette la modifica unilaterale delle condizioni contrattuale, che ha consentito agli operatori di cambiare la fatturazione da mensile a 28 giorni.



 

 


 
 
 

30 novembre 2017 ADICONSUM BASILICATA INAUGURA LO SPORTELLO...

argomento: sicurezza degli alimenti


 

Le sedi di Potenza e Matera dell’Adiconsum Basilicata hanno attivato uno sportello dedicato alla sicurezza alimentare.

 

L'attività rientra nel progetto finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con la Regione Basilicata dal titolo:Il cibo, risorsa del Pianeta – Educazione al consumo".

 

Il consumatore, un tempo considerato come acquirente isolato in un mercato locale di ridotte dimensioni, è ora divenuto un soggetto attento alle caratteristiche specifiche del prodotto che acquista e che mangia, che devono rispecchiare rigorosamente lo stile di vita adottato.

 

È importante porre attenzione alla comunicazione e all’informazione sui temi della salubrità e della qualità dei prodotti agroalimentari. Su questi argomenti Adiconsum Basilicata è impegnata per la promozione di un consumo consapevole e dei prodotti a km zero.

 

Nell’ambito del progetto, Adiconsum Basilicata ha realizzato la brochure "Sicurezza Alimentare” per promuovere comportamenti critici al fine di prendere decisioni ponderate al momento dell'acquisto dei prodotti agro-alimentari.



 

 


 
 
 

 

< precedente 1 2 3 4 5 successivo >