login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

Ti vuoi informare

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

sanità  / salute > assistenza / ospedali

BIOTESTAMENTO: LA LEGGE SPIEGATA PER PUNTI
BIOTESTAMENTO: LA LEGGE SPIEGATA PER PUNTI
3 gli articoli fondamentali: consenso informato e cure, disposizioni per minori e persone incapaci di intendere e volere e la DAT
16 dicembre 2017

Con 180 voti favorevoli, 71 contrari e 6 astenuti, l’Aula del Senato ha approvato il disegno di legge 2801, c.d. “Biotestamento”. La legge introdurrà nuovi diritti in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento per i pazienti in condizioni molto difficili.

 

Tre sono gli articoli che ricoprono un ruolo fondamentale, affrontando gli argomenti più importanti di questo delicatissimo tema.

 

1.   Consenso informato e cure

 

·      Il paziente deve poter esprimere un consenso informato sul volersi sottoporre a trattamenti sanitari come idratazione e nutrizione; a seguito della manifesta volontà espressa dal paziente, i medici dovranno rispettarne la scelta (resta salva la possibilità per i medici di ricorrere all’obiezione di coscienza).

·      L’accanimento terapeutico sarà vietato nei casi in cui non vi sia più una ragionevole speranza di vita per il paziente.

·      Sarà permesso utilizzare la sedazione profonda sul paziente.

 

2.   Minori e persone non in grado di esprimere il loro consenso

 

·      Nel caso in cui il paziente non possa esprimere la propria volontà, la delicata scelta riguarderà i genitori o il tutore.

 

3.   Disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

 

·      Sarà possibile predisporre le proprie volontà sul fine vita, indicando una persona di fiducia come responsabile.

 

·      La Dat sarà valida solo se espressa con un atto pubblico o un documento privato autenticato che andrà consegnato alle strutture sanitarie o all’ufficiale dello stato civile del proprio Comune.

 

·      Le Dat non hanno scadenza temporale, ma sarà possibile revocarle in qualsiasi momento.

 

·      La Dat riguarda il rifiuto a trattamenti diagnostici, sanitari e terapie.



 

Share |
 

 

contenuti correlati

  • in primo piano
  • eventi
  • video
SEI UNA MAMMA IN DOLCE ATTESA? ECCO COSA TI...
Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 18 marzo 2017 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 12 gennaio 2017, entrano in vigore i nuovi Livelli Essenziali di...
 
SPESE MEDICHE E DI ASSISTENZA AI DISABILI: COSA...
Essere invalido civile ed essere portatore di handicap, pur rientrando nella categoria dei “disabili”, non è la stessa cosa sul piano del fisco. Lo ha sottolineato l’Agenzia delle...
 
STALKING, PER LA CONDANNA BASTA L’ACCUSA
Chi tormenta un estraneo e viene denunciato alle autorità può essere condannato anche se l’unica prova è la dichiarazione della vittima. È quanto chiarito  dalla...
 
Archivio >>
07 luglio 2016 | assistenza / ospedali
GIOVEDI' 7 LUGLIO
Adiconsum a Telepace Giovedì 7 luglio, alle ore 13.40, in collegamento telefonico, Adiconsum interverrà al Tg di Telepace per parlare di polizze sanitarie integrative

22 luglio 2015 | farmaci
MERCOLEDI' 22 LUGLIO
Adiconsum a Radio Cusano Campus        Mercoledì 22 luglio alle ore 16.10, Adiconsum parlerà in diretta su Radio Cusano Campus di turism "dentale2 e...

06 marzo 2015 | assistenza / ospedali
SABATO 7 MARZO
Convegno Adiconsum: I siciliani e la sanità        Sabato 7 marzo dalle ore 9.30 si terrà il convegno organizzato da Adiconsum Sicilia e Cisl Sicilia su "I...

Archivio >>

nessun video presente

Archivio >>