login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

App My Adiconsum

 

Servizio civile nazionale

 

Ti vuoi informare

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

scuola > iscrizioni

NIDI PUBBLICI: SOLO L’11% DEI BAMBINI VI ACCEDE
NIDI PUBBLICI: SOLO L’11% DEI BAMBINI VI ACCEDE
Presentato il Report dell’Istat sulla Scuola e le attività educative
09 ottobre 2012
In Italia solo il 18,7% del totale dei bambini di età compresa tra gli 0 e i 2 anni frequenta un asilo nido, pubblico (11%) o privato.
È quanto rivela il Rapporto presentato dall’Istat su “La scuola e le attività educative” relativo all’anno 2011, dal quale emerge come, nonostante il significativo incremento delle domande di ammissione all’assistenza all’infanzia registrato nell’ultimo decennio, a frequentare l’asilo nido siano ancora solo 2 bambini su 10.

Dal 1993 ad oggi, infatti, il numero dei bambini accolti dagli asili è più che raddoppiato, passando da 133.000 a circa 318.000.

La scelta di affidare i bambini agli asili, espressione delle esigenze lavorative sempre più stringenti dei genitori, rivela tuttavia una maggiore consapevolezza da parte delle famiglie: l’asilo nido, infatti, non rappresenta più un “parcheggio” per i piccoli, ma un luogo in cui gli stessi possono imparare a socializzare, considerato importante anche dal punto di vista educativo.

Dal rapporto emerge un considerevole divario tra il Nord-est del Paese ed il Sud e le Isole, sia in termini di disponibilità delle strutture che di soddisfazione delle domande presentate. Su una percentuale del 47,4% dei Comuni italiani che garantiscono la presenza di un servizio di asilo nido, infatti, ben il 78,2% di questi si trova al Nord, mentre solo il 20,8% è dislocato nel Sud; altrettanto diversa è la percentuale di bambini iscritti al nido al Nord (27,1%) rispetto a quelli del Sud (7,6%).

Per quanto riguarda le motivazioni della mancata iscrizione al nido, fattori oggettivi quali costi eccessivi (9%), orari scomodi (2%) e domande respinte (3,3%) rappresentano una percentuale minoritaria rispetto alle motivazioni di carattere soggettivo: la maggior parte dei genitori, infatti, oltre ai casi in cui può agevolmente ricorrere all’aiuto dei familiari (35,7%), ritiene i propri bambini ancora troppo piccoli per essere affidati ad un asilo (34,5%), temendo che gli stessi possano sentirsi abbandonati (1,9%) o non volendo delegare ad altri la propria funzione educativa (6,1%).

 

Share |
 

 

contenuti correlati

  • in primo piano
  • eventi
  • video
AL VIA BANDO PER 5 POSTI PER SERVIZIO CIVILE...
Sei una ragazza/o che vuole mettersi in gioco, testare le proprie capacità e potenzialità ed arricchire la propria preparazione ed acquisire nuove conoscenze nella tutela dei diritti...
 
 
IL MIUR PRESENTA PAGOINRETE
Tasse scolastiche, mensa, viaggi d'istruzione, visite guidate e attività extracurriculari potranno essere pagati on line, attraverso il sistema PagoInRete, realizzato dal...
 
Archivio >>
01 febbraio 2013 | informazioni scolastiche
VENERDI' 1 FEBBRAIO
Adiconsum a Prima di Tutto (Radio Rai 1)      Venerdì 1 febbraio, alle ore 6.50, Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum, parteciperà in diretta alla trasmissione...

09 gennaio 2013 | redditi
GIOVEDI' 10 GENNAIO
Adiconsum a Isoradio Giovedì 10 gennaio 2013, Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum, sarà in  diretta radiofonica dalle ore 8.00 alle ore 9.00 su Isoradio (FM 103,3). Gli...

Archivio >>
Informazioni e Tutele

 

Progetti & Iniziative