AGCOM rinvia la “libertà di modem” al 2019 e il consumatore paga…

5 ottobre 2018

L’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni  ha prorogato a fine dicembre il diritto dei consumatori di scegliere liberamente il proprio modem e di non essere vincolati a prendere quello messo a disposizione dall’operatore nel momento della sottoscrizione di un contratto di adsl/fibra, con un aggravio per le tasche dei consumatori.

Tanto per fare due conti…

I consumatori pagano per il noleggio del modem (a parte rare eccezioni che lo mettono a disposizione gratuitamente), da 70,20 Euro a 187,20 Euro (con vincoli che variano da 36 a 48 mesi), quando un modem, simile a quello forniti dagli operatori telefonici, sul mercato costa mediamente da 32,99 Euro a 86,99 Euro.

Adiconsum, in un comunicato, ha espresso la propria contrarietà alla decisione dell’Autorità di prorogare l’entrata in vigore della libertà di modem: poiché l’AGCOM si era espressa sulla vicenda ad agosto, a nostro avviso, gli operatori avevano tutto  il tempo per adeguarsi. Tra l’altro,  il rinvio viola il diritto dei consumatori sancito dal 2016 dalla normativa europea sulla neutralità della rete.

Auspichiamo che i gestori si facciano trovare pronti alla prossima scadenza di dicembre 2018, senza scorrettezze o escamotage.

Intanto, però, i consumatori pagano…

Adiconsum è membro di:

  • CNCU
  • Consumer's Forum

Adiconsum è socio di:

  • Forum Unirec
  • PCN Italia
  • E-Mob
  • Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC)
  • Coordinamento Free
  • Motus-E

Adiconsum è aderente a:

  • SACERT
  • CIG
  • Forum Ania Consumatori
  • Alleanza contro la povertà
  • NEXT
  • ASVIS

Adiconsum è ente di:

  • Servizio Civile Nazionale

Sede nazionale
Largo Alessandro Vessella 31
00199 Roma

Top