• INFO CONSUMATORI
  • NEWS
  • Elettrodomestici: l’UE stabilisce come devono essere progettati per durare di più ed essere più efficienti

Elettrodomestici: l’UE stabilisce come devono essere progettati per durare di più ed essere più efficienti

8 Ottobre 2019

L’UE ha varato nuove misure per una progettazione ecosostenibile dei seguenti prodotti con l’intento di migliorarne l’efficienza energetica: frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, dispositivi elettronici (compresi i televisori), fonti di luce e alimentatori di controllo separati, fornitori di energia esterna, motori elettrici, frigoriferi con funzione di vendita diretta (ad es. frigoriferi nei supermercati, distributori automatici di bibite frigorifere), trasformatori di potenza, apparecchiature per saldatura. Per i primi 8 si tratta di rivedere i requisiti già esistenti; per gli ultimi due, di definerli da zero.

La progettazione degli elettrodomestici dovrà tenere conto di requisiti di riparabilità e riciclabilità, migliorando la durata, la manutenzione, il riutilizzo, le prestazioni, il riciclaggio e la gestione dei rifiuti, in un’ottica di economia circolare.

Il “pacchetto ecodesign” come è stato ribattezzato, insieme alle nuove etichette di efficienza energetica, permetterà di risparmiare fino a 167 terawatt/ora di energia/anno da adesso fino al 2030, corrispondente ad una riduzione di oltre 46 milioni di tonnellate di CO2 equivalente, con un risparmio per le famiglie europee di una media di 150 euro l’anno.

Le nuove misure potranno inoltre combattere l’obsolescenza programmata, l’escamotage adottato dai produttori/costruttori di costruire prodotti funzionanti per un periodo prefissato, al termine del quale il consumatore messo di fronte alla scelta se riparare il bene o acquistarlo nuovo, a volte si trova costretto a scegliere quest’ultima opzione.

Relativamente ai pezzi di ricambio, il pacchetto ecodesign prevede la loro consegna entro 15 giorni lavorativi e la loro disponibilità a seconda della tipologia del prodotto:

  • minimo 7 anni per gli apparecchi di refrigerazione (10 anni per la guarnizione delle porte)
  • minimo 10 anni per lavatrici e lavasciugatrici domestiche
  • minimo 10 anni per le lavastoviglie domestiche, che scendono a 7 nel caso di parti il cui accesso è consentito solo a riparatori professionisti.

I produttori sono tenuti a rendere disponibili tutte le informazioni sulla riparazione e sulla manutenzione ai riparatori professionisti.

Per lavatrici, lavasciuga e lavastoviglie, il pacchetto prevede inoltre un uso massimo di acqua per ciclo di lavaggio, che non vada però ad inficiare le prestazioni di lavaggio e risciacquo. Si stima che grazie a tali misure, il risparmio idrico di lavatrici e lavasciuga entro il 2030 raggiunga i 711 milioni di m3/anno, mentre per le lavastoviglie il risparmio dovrebbe ammontare a 16 milioni di m3/anno.

Grazie a tali misure e alle nuove etichette, i consumatori potranno con i lori acquisti orientare il mercato ed operare una scelta consapevole acquistando un prodotto sostenibile e amico dell’ambiente.

Attenzione: il pacchetto ecodesign non è ancora stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea. Uno volta concluso questo passaggio, entrerà in vigore dopo 20 giorni.

 

Adiconsum è membro di:

  • CNCU
  • Consumer's Forum

Adiconsum è affiliato di:

  • BEUC

Adiconsum è socio di:

  • Motus-E
  • PCN Italia
  • E-Mob
  • Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC)
  • ASVIS
  • Coordinamento Free
  • Forum Unirec

Adiconsum è aderente a:

  • SACERT
  • CIG
  • Forum Ania Consumatori
  • Alleanza contro la povertà
  • NEXT
  • SAFE

Sede nazionale
Largo Alessandro Vessella 31
00199 Roma

Top