fbpx

Pagamenti via POS: sanzioni per chi le rifiuta. A chi segnalare?

30 Giugno 2022

Dal 30 giugno, in caso di rifiuto del pagamento attraverso il POS (Point of Sale)con carta di debito, carta di credito o carta prepagata, scatteranno le sanzioni per gli esercenti. Ma vediamo di che importi stiamo parlando e di come possiamo far valere i nostri diritti.

Sanzioni

Le sanzioni previste dal decreto legge n. 36, quello sul Recovery Plan, sono di 30 euro, a cui va ad aggiungersi il 4% del valore della transazione. La sanzione riguarda sia i negozianti sia i tassisti, i liberi professionisti, quindi non solo chi vende beni, ma anche servizi.

Trattandosi di sistemi elettronici, può capitare che ci venga rifiutata la possibilità di utilizzare le nostre carte di pagamento perché magari manca la corrente o la connessione internet, ma il rifiuto non può divenire permanente. Purtroppo, in giro capita di vedere al di fuori dei negozi cartelli che informano del non funzionamento del POS affissi da mesi.

Cosa fare in caso di rifiuto

In caso di rifiuto reiterato, il consumatore può segnalare il mancato funzionamento del POS alla Guardia di Finanza e all’Agenzia delle Entrate.

Adiconsum è membro di:

  • CNCU
  • Consumer's Forum

Adiconsum è affiliato di:

  • BEUC

Adiconsum è socio di:

  • Forum Terzo Settore
  • ASVIS
  • Motus-E
  • E-Mob
  • Coordinamento Free
  • PCN Italia
  • Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC)
  • Forum Unirec
  • PEFC Italia

Adiconsum è aderente e/o collabora con:

  • NEXT
  • Alleanza contro la povertà
  • SAFE
  • Equalitas
  • Valoritalia
  • AIDR
  • Fondazione per la sostenibilità digitale
  • Anta Italia
  • Ambiente e Società
  • Forum Ania Consumatori
  • CIG
  • SACERT
  • Italy 4 clime
ItalianoEnglish

Sede nazionale
Via Giovanni Maria Lancisi, 25
00161 Roma

Top