Se vai in vacanza all’estero… i documenti da portare

9 Agosto 2019

Quando viaggi, ancor più se ti rechi un altro paese, è importante sapere quali documenti portare con te.

Ecco una breve guida Adiconsum per non sbagliare.

 

Documenti di identità

Nei paesi dell’Unione Europea:

  • per i soggiorni inferiori a 3 mesi: è necessario il possesso di un documento d’identità o di un passaporto valido;
  • per i soggiorni superiori a 3 mesi: è necessario soddisfare ulteriori condizioni:
  • essere un lavoratore o uno studente nel paese di destinazione;
  • disporre di risorse economiche sufficienti;
  • avere una assicurazione malattia (per evitare di divenire un onere a carico del sistema di assistenza sociale dello Stato membro ospitante);
  • essere un familiare di un cittadino dell’Unione facente parte di una delle suddette categorie.

Nei Paesi extra UE:

  • è necessario il passaporto, anche se in molti Paesi extraeuropei è accettata la carta di identità valida per l’espatrio;
  • in alcuni Stati (ad es., Stati Uniti) senza necessità di visto non è sufficiente che il passaporto sia in corso di validità; è necessaria, infatti, anche che la validità residua del documento sia di almeno 6 mesi oltre il periodo di permanenza.

Ricordiamo che la carta d’identità consente l’espatrio, oltre che nei Paesi UE e in quelli dell’area Schengen, anche nei seguenti Paesi: Albania, Croazia, Georgia, Bosnia-Erzegovina, Serbia, Montenegro, Macedonia, Egitto, Marocco, Tunisia, Turchia. È sempre opportuno verificare, caso per caso, le limitazioni e le integrazioni documentali eventualmente previste.

 

Patente

La patente conseguita in Italia è riconosciuta anche all’estero. Nel caso di viaggi con la propria macchina portare con sé anche il certificato verde, nel caso si noleggi una macchina all’estero basta la patente. La guida a sinistra si trova in tutti i paesi di origine anglosassone o comunque in quelli colonizzati dagli inglesi.

 

Se viaggi con un minore

I minori che viaggiano all’estero devono avere un proprio passaporto. Inoltre, dal 4 giugno è cambiata la procedura per i minori di 14 anni che viaggiano all’estero non accompagnati. I genitori o i tutori devono sottoscrivere una dichiarazione di accompagnamento a favore di una persona fisica o di una società di trasporto (ad es. nel caso di viaggio in aereo una compagnia aerea o nel caso di un viaggio in nave una compagnia di navigazione) che rimarrà agli atti della Questura. I genitori/tutori potranno scegliere se avere la dichiarazione in formato cartaceo oppure se far stampare la menzione direttamente sul passaporto del minore. Nel caso in cui il minore di anni 14 sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente la dichiarazione. Naturalmente prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto è necessario verificare che la stessa accetti che il minore di 14 anni viaggi a loro affidato.

La validità della dichiarazione è circoscritta ad un viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno), con destinazione determinata, tranne casi eccezionali che saranno valutati dall’ufficio che emette la dichiarazione.

Il termine massimo di validità della dichiarazione è di 6 mesi.

La dichiarazione di accompagno viene rilasciata solo dalla Questura o dal Commissariato. Gli uffici di polizia di frontiera non sono autorizzati al rilascio. La dichiarazione di accompagno viene rilasciata solo per i viaggi all’estero. Per le tratte nazionali, è bene informarsi presso le compagnie aeree o di navigazione sui documenti necessari.

 

Tessera europea di assicurazione sanitaria (TEAM)

Se viaggi in un Paese dell’Unione europea porta con te sempre anche la Tessera europea di assicurazione sanitaria. La TEAM, non è altro che il retro della nostra tessera sanitaria nazionale. Essa ti dà diritto a ricevere cure sanitarie dal servizio sanitario del Paese che ti ospita alle stesse condizioni e costi previsti per i cittadini di quel Paese. Gli ospedali pubblici sono obbligati a riconoscere la TEAM. Nel caso non lo facessero, contatta il nostro Ministero della Salute.

 

Informazioni sanitarie

Per sapere quali documenti sanitari devi portarti dietro oppure quali alimenti mangiare oppure no si può chiamare il Centro Diagnostico Italiano mette a disposizione il numero 02 48317304, rivolgendosi al quale, al costo di una telefonata, sette giorni su sette, dalle 17 alle 21, sino al primo ottobre, si può ricevere la consulenza di uno specialista sui documenti sanitari o sulla piccola farmacia da portare con sé, sulla lista degli alimenti che si possono mangiare e quelli che invece sono da evitare, ecc..

Per qualsiasi informazione consultare il sito viaggiaresicuri.it o informarsi presso le ambasciate dei Paesi che si intendono visitare.

Adiconsum è membro di:

  • CNCU
  • Consumer's Forum

Adiconsum è affiliato di:

  • BEUC

Adiconsum è socio di:

  • Forum Terzo Settore
  • ASVIS
  • Motus-E
  • E-Mob
  • Coordinamento Free
  • PCN Italia
  • Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC)
  • Forum Unirec

Adiconsum è aderente a:

  • SACERT
  • CIG
  • Forum Ania Consumatori
  • Alleanza contro la povertà
  • NEXT
  • SAFE
ItalianoEnglishEspañolFrançaisDeutsch
Font Resize
Contrast

Sede nazionale
Largo Alessandro Vessella 31
00199 Roma

Top