fbpx
  • INFO CONSUMATORI
  • NEWS
  • Vai in vacanza all’estero? Ecco i documenti da portare e cosa fare in caso di furto/smarrimento

Vai in vacanza all’estero? Ecco i documenti da portare e cosa fare in caso di furto/smarrimento

5 Agosto 2021

Quando viaggi, per lavoro o per piacere, e ancor più se ti rechi un altro Paese, è importante sapere quali documenti portare con te. Ecco una breve guida Adiconsum per non sbagliare, anche alla luce della diffusione del Covid.

Documenti di identità

Ecco quali sono i documenti di identità che ci vengono richiesti quando viaggiamo in un altro Stato, a seconda che sia membro dell’Unione europea
oppure no.

Nei paesi dell’Unione Europea:

  • è necessario indifferentemente il possesso di un documento d’identità o  di un passaporto valido.

Nei Paesi extra UE:

  •  è necessario il passaporto, anche se in molti Paesi extraeuropei è accettata la carta di identità valida per l’espatrio;
  •  in alcuni Stati (ad es., Stati Uniti) senza necessità di visto non è sufficiente che il passaporto sia in corso di validità; è necessaria, infatti, anche che la validità residua del documento sia di almeno 6 mesi oltre il periodo di permanenza.

Ricordiamo che a seguito dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, la carta d’identità sarà accettata fino al 30 settembre 2021. A partire dal 1° ottobre, diventerà, invece, obbligatorio il passaporto.

Green pass

Nell’Unione europea, il possesso del Green pass permette di viaggiare tranquillamente. Per recarsi nel Regno Unito, il possesso del Green pass consente di non sottoporsi alla quarantena di 10 giorni sul territorio britannico. Non c’è invece Green pass che tenga, almeno fino al 30 agosto, per chi si reca dal Regno Unito all’Italia. L’ordinanza del Ministero della Salute ha confermato l’esecuzione di un tampone entro le 48 ore dalla partenza, quarantena di 5 giorni e altro tampone al termine del quinto giorno.

Patente

La patente conseguita in Italia è riconosciuta anche all’estero. Nel caso di viaggi con la propria macchina portare con sé anche il certificato verde, nel caso si noleggi una macchina all’estero basta la patente. La guida a sinistra si trova in tutti i paesi di origine anglosassone o comunque in quelli colonizzati dagli inglesi.

Tessera europea di assicurazione sanitaria (TEAM)

Se viaggi in un Paese dell’Unione europea porta con te sempre anche la Tessera europea di assicurazione sanitaria. La TEAM, non è altro che il retro della nostra tessera sanitaria nazionale. Essa ti dà diritto a ricevere cure sanitarie dal servizio sanitario del Paese che ti ospita alle stesse condizioni e costi previsti per i cittadini di quel Paese. Gli ospedali pubblici sono obbligati a riconoscere la TEAM. Nel caso non lo facessero, contatta il nostro Ministero della Salute.

Informazioni sanitarie

Mai come oggi, con la pandemia ancora in atto, è fondamentale, prima di viaggiare, informarsi sulla situazione sanitaria del Paese nel quale ci si vuole recare e leggere con attenzione tutte le varie disposizioni governative.

IMPORTANTE: In questo periodo, qualsiasi spostamento può determinare un rischio sanitario. Si ricorda che, nel caso in cui il test rapido o molecolare risulti positivo mentre ci troviamo in un altro Paese, bisogna osservare le procedure di quarantena stabilite da quel Paese a proprie spese. Si consiglia quindi di attivare un’assicurazione sanitaria specifica contro il Covid.

Per qualsiasi informazione consultare il sito viaggiaresicuri.it o informarsi presso le ambasciate dei Paesi che si intendono visitare.

 

 

Cosa fare in caso di furto/smarrimento dei documenti di identità

• Sporgi denuncia presso le Autorità locali competenti
• se sei all’estero, presentati all’Ambasciata/Consolato italiano del Paese in cui ti trovi, porta con te due fototessere uguali, frontali e a colori cm 35×40 mm, il biglietto di viaggio, un altro documento attestante la tua identità o dei testimoni e richiedi il “Documento provvisorio di viaggio” o E.T.D. – Emergency Travel Document. Vale solo per il viaggio di rientro nel proprio Paese di residenza (eccezionalmente può essere rilasciato per paesi diversi).

Cosa fare in caso di furto/smarrimento dei documenti di viaggio (biglietti)

Denuncia l’accaduto alle Autorità competenti e, a seconda del tipo di viaggio, alla compagnia aerea o alle ferrovie acquista un nuovo biglietto che potrà poi essere rimborsato presentando copia e denuncia del furto o smarrimento.

 

Adiconsum è membro di:

  • CNCU
  • Consumer's Forum

Adiconsum è affiliato di:

  • BEUC

Adiconsum è socio di:

  • Forum Terzo Settore
  • ASVIS
  • Motus-E
  • E-Mob
  • Coordinamento Free
  • PCN Italia
  • Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC)
  • Forum Unirec

Adiconsum è aderente e/o collabora con:

  • NEXT
  • Alleanza contro la povertà
  • SAFE
  • Equalitas
  • Valoritalia
  • AIDR
  • Digital Trasformation Istitute
  • Anta Italia
  • Ambiente e Società
  • Forum Ania Consumatori
  • CIG
  • SACERT
ItalianoEnglish

Sede nazionale
Via Giovanni Maria Lancisi, 25
00161 Roma

Top