Credito

CHE COS’E’ UNA PROCEDURA DI CONCILIAZIONE PARITETICA TRA ASSOFIN E LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI?

E’ una procedura di risoluzione stragiudiziale delle controversie tra consumatori ed intermediari bancari/finanziari, alternativa al giudice e all’arbitro bancario finanziario;
può riguardare i seguenti finanziamenti al consumo:
PRESTITI PERSONALI
PRESTITI FINALIZZATI (per acquisto auto, elettrodomestici, etc.)
CARTE DI CREDITO
FINANZIAMENTI CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO/PENSIONE

COME PUO’ ESSERE ATTIVATA?

Può essere attivata soltanto in seguito ad un reclamo all’intermediario bancario/finanziario rimasto inevaso o la cui risposta è stata valutata insoddisfacente;

-è veloce ( la procedura non può durare più di 90 giorni), gratuita, e non richiede l’assistenza di un legale;
-è una procedura a gestione paritaria: la Commissione di conciliazione che tenta di risolvere la controversia è composta da un rappresentante dell’Associazione dei Consumatori che fa le veci del cliente e un rappresentante dell’intermediario bancario/finanziario coinvolto;
-è su base volontaria: il cliente ha il diritto di recedere in qualsiasi momento dalla procedura e l’accordo raggiunto dalla commissione viene sottoposto al cliente che è libero di accettare la soluzione proposta o di rifiutarla, ed eventualmente rivolgersi al giudice o all’Arbitro Bancario Finanziario

Per conoscere meglio come funziona la procedura conciliativa clicca qui

COSA SERVE E COME ACCEDERE ALLA CONCILIAZIONE?

Per poter accedere alla conciliazione è necessario inviare il modulo di richiesta:

  • all’intermediario bancario/finanziario coinvolto o
  • ad una delle Associazioni dei Consumatori firmatarie
  • secondo le modalità indicate dall’intermediario e/o dall’Associazione dei consumatori.

Presentazione Conciliazione

Protocollo di Conciliaizone

Domanda di Conciliaizone

Cos’è una procedura di conciliazione?

E’ un metodo di risoluzione extragiudiziale delle controversie, che consente alle parti – consumatore e azienda, tramite i propri rappresentanti – di confrontarsi al fine di trovare una soluzione condivisa e realmente soddisfacente per entrambe, in tempi rapidi ed in maniera economica, evitando il ricorso in giudizio.

Chi può richiedere la conciliazione?

Può accedere alla procedura di conciliazione il consumatore che abbia già presentato reclamo direttamente o tramite Adiconsum nei confronti della Società.

Quando puoi ricorrere alla conciliazione?

Il Consumatore può avere accesso alla procedura di Conciliazione ogni volta che, presentato un reclamo, abbia ricevuto una risposta ritenuta insoddisfacente, oppure non abbia ricevuto alcuna risposta entro i termini di 30 giorni.

Come puoi attivare una procedura di conciliazione?

Si deve compilare l’apposito modulo, da inoltrare (con raccomandata a/r, via fax o in via telematica):

tramite l’assistenza di Adiconsum (per trovare la sede a te più vicina, visita la pagina “dove siamo”);

Costi di una procedura di conciliazione

La procedura di conciliazione è gratuita, salvo la quota di iscrizione ad Adiconsum.

Protocollo d'intesa

Procedura di conciliazione

Cos’è una procedura di conciliazione?

È un metodo di risoluzione extragiudiziale delle controversie, che consente alle parti – consumatore e azienda, tramite i propri rappresentanti – di confrontarsi al fine di trovare una soluzione condivisa e realmente soddisfacente per entrambe, in tempi rapidi ed in maniera economica, evitando il ricorso in giudizio.

Chi può richiedere la conciliazione?

Il cliente (persona fisica), titolare di un Conto Corrente BancoPosta, può accedere alla conciliazione, tramite Adiconsum, solo dopo aver presentato un reclamo nei confronti di BancoPosta.

Quando puoi ricorrere alla conciliazione?

Puoi inviare la domanda di conciliazione:

  • in caso di risposta insoddisfacente: entro 30 giorni lavorativi dal ricevimento della risposta al reclamo;
  • in caso di mancata risposta: entro 30 giorni lavorativi, dopo che siano trascorsi 60 giorni dall’invio del reclamo.

Per quali casi puoi accedere alla conciliazione?

La conciliazione è ammessa nei seguenti casi:

  • spese e commissioni
  • valute versamenti e accreditamenti
  • valute prelevamenti e addebitamenti
  • termini di disponibilità
  • vidimazione assegni
  • altre spese
  • oneri fiscali
  • carte Postamat Maestro

Come puoi attivare una procedura di conciliazione?

Hai la facoltà di avviare la procedura di conciliazione presentando domanda, su apposito modulo, tramite:

  • tramite l’assistenza di Adiconsum (per trovare la sede a te più vicina, visita la pagina “Dove siamo”);

Come si svolge la procedura di conciliazione

Nell’esperire il tentativo di conciliazione i componenti della Commissione rappresentano, rispettivamente, Poste italiane ed il consumatore. Al termine del procedimento, i componenti della Commissione redigono e sottoscrivono un verbale con un’ipotesi di accordo che viene inviata al consumatore. Se questi accetta deve sottoscrivere il verbale e rinviarlo alla Commissione entro e non oltre 30 giorni lavorativi, tramite raccomandata AR oppure al numero di fax 06/59582772. Nel caso in cui il consumatore non rinvii il verbale sottoscritto entro il 30° giorno, l’ipotesi di conciliazione si intende rifiutata e la Commissione redigerà un verbale di mancato accordo, che sarà in ogni caso inviato al consumatore.

Durata e costi di una procedura di conciliazione

Il termine per l’esperimento della procedura di conciliazione è fissato in 90 giorni, dal ricevimento della domanda da parte della Segreteria. Fino al termine della procedura di conciliazione Poste Italiane sospende ogni eventuale azione di autotutela nei confronti del consumatore. La procedura di conciliazione è gratuita, salvo la quota di iscrizione ad Adiconsum.

Cos’è una procedura di conciliazione?

È un metodo di risoluzione extragiudiziale delle controversie, che consente alle parti – consumatore e azienda, tramite i propri rappresentanti – di confrontarsi al fine di trovare una soluzione condivisa e realmente soddisfacente per entrambe, in tempi rapidi ed in maniera economica, evitando il ricorso in giudizio.

Chi può richiedere la conciliazione?

Il cliente (persona fisica), titolare di un Conto Corrente, può richiedere la conciliazione, tramite Adiconsum, solo dopo aver presentato un reclamo.

Quando puoi ricorrere alla conciliazione?

E’ possibile effettuare il tentativo di conciliazione se la banca ha risposto in modo insoddisfacente al reclamo, o non ha risposto allo stesso entro 30 giorni lavorativi. Il termine è di 90 giorni per i reclami inerenti i servizi di investimento.

Per quali casi puoi accedere alla conciliazione?

I prodotti interessati dalla conciliazione sono quelli offerti alla clientela “famiglie” (conti correnti e connesse carte di pagamento, mutui e prestiti personali). L’accesso alla conciliazione è ammesso anche per tutti i consumatori clienti della Rete Banca Intesa titolari dei prodotti lanciati dal 2003 e per tutti i consumatori clienti della Rete San Paolo titolari dei prodotti lanciati dal 1° gennaio 2007.

Come puoi attivare una procedura di conciliazione?

Hai la facoltà di avviare la procedura di conciliazione presentando domanda, su apposito modulo, tramite:

  • tramite l’assistenza di Adiconsum (per trovare la sede a te più vicina, visita la pagina “dove siamo”);

Come si svolge la procedura di conciliazione

Le riunioni delle Commissioni di conciliazione non sono pubbliche. I dati, le notizie e le informazioni fornite nel corso delle sedute devono considerarsi strettamente riservati e confidenziali.

Nell’esperire il tentativo di conciliazione, i componenti della Commissione rappresentano, rispettivamente, la banca ed il consumatore. Al termine del procedimento, i componenti della Commissione redigono e sottoscrivono un verbale con un’ipotesi di accordo che viene inviata al consumatore. Il consumatore, a questo punto, viene invitato a presentarsi, entro 30 giorni dal ricevimento della proposta, presso la filiale di riferimento per comunicare l’eventuale accettazione della proposta mediante sottoscrizione della copia. Se il consumatore non si presenta entro il termine fissato, fatte salve cause di forza maggiore dimostrate, la proposta si intende rifiutata e la Commissione redigerà un verbale di mancato accordo, che sarà in ogni caso inviato al consumatore.

Durata e costi di una procedura di conciliazione

Il termine per l’esperimento della procedura di conciliazione è fissato in 60 giorni, dal ricevimento della domanda da parte della Segreteria. Fino al termine della procedura di conciliazione, Intesa San Paolo sospende ogni eventuale azione di autotutela nei confronti del consumatore. La procedura di conciliazione è gratuita, salvo la quota di iscrizione ad Adiconsum.

Cos’è una procedura di conciliazione?

È un metodo di risoluzione extragiudiziale delle controversie, che consente alle parti – consumatore e azienda, tramite i propri rappresentanti – di confrontarsi al fine di trovare una soluzione condivisa e realmente soddisfacente per entrambe, in tempi rapidi ed in maniera economica, evitando il ricorso in giudizio.

Chi può richiedere la conciliazione?

Il cliente (persona fisica), titolare di un Conto Corrente, può richiedere la conciliazione, tramite Adiconsum, solo dopo aver presentato un reclamo.

Quando puoi ricorrere alla conciliazione?

E’ possibile effettuare il tentativo di conciliazione se la banca ha risposto in modo insoddisfacente al reclamo, o non ha risposto allo stesso entro 60 giorni lavorativi. Il termine è di 90 giorni per i reclami inerenti i servizi di investimento.

Per quali casi puoi accedere alla conciliazione?

La conciliazione riguarda problematiche inerenti prodotti/servizi bancari e finanziari commercializzati dagli intermediari finanziari del Gruppo MPS, con le seguenti specifiche:

  • investimento o importo contestato pari o inferiore ad € 50.000;
  • prodotti/servizi commercializzati successivamente al 1.1.2005;
  • esclusione di eventuali tematiche a livello generale di sistema bancario.

Come puoi attivare una procedura di conciliazione?

Hai la facoltà di avviare la procedura di conciliazione presentando domanda, su apposito modulo, tramite:

  • tramite l’assistenza di Adiconsum (per trovare la sede a te più vicina, visita la pagina “dove siamo”);

Come si svolge la procedura di conciliazione

Nell’esperire il tentativo di conciliazione, i componenti della Commissione rappresentano, rispettivamente, la banca ed il consumatore. Al termine del procedimento che, previo accordo delle parti, potrà essere esperito on line,i componenti della Commissione redigono e sottoscrivono un verbale con un’ipotesi di accordo che viene inviata al consumatore. Formulata la proposta, il consumatore viene invitato a presentarsi, entro 30 giorni dal ricevimento della stessa, presso la filiale dove si è svolta la riunione, o con altre modalità da concordare, al fine di sottoscrivere la conciliazione e di ricevere la copia firmata dalla Banca.

In caso di accettazione l’eventuale somma da erogare viene liquidata al consumatore entro 30 giorni dalla firma dell’atto transattivo, di norma mediante accredito sul conto corrente indicato nella domanda di conciliazione.

Nel caso in cui il consumatore non accetti la proposta di accordo, la conciliazione si intende rifiutata e la Commissione redigerà un verbale di mancato accordo, che sarà in ogni caso inviato al consumatore.

Durata e costi di una procedura di conciliazione

Il termine per l’esperimento della procedura di conciliazione è fissato in 60 giorni dal ricevimento della domanda da parte della Segreteria. Fino al termine della procedura di conciliazione Monte Paschi di Siena sospende ogni eventuale azione di autotutela nei confronti del consumatore. La procedura di conciliazione è gratuita, salvo la quota di iscrizione ad Adiconsum.

Cos’è una procedura di conciliazione?

È un metodo di risoluzione extragiudiziale delle controversie, che consente alle parti – consumatore e azienda, tramite i propri rappresentanti – di confrontarsi al fine di trovare una soluzione condivisa e realmente soddisfacente per entrambe, in tempi rapidi ed in maniera economica, evitando il ricorso in giudizio.

Chi può richiedere la conciliazione?

Il cliente (persona fisica), titolare di un Conto Corrente, può richiedere la conciliazione, tramite Adiconsum, solo dopo aver presentato un reclamo.

Quando puoi ricorrere alla conciliazione?

E’ possibile effettuare il tentativo di conciliazione se la banca ha risposto in modo insoddisfacente al reclamo, o non ha risposto allo stesso entro 30 giorni lavorativi. Il termine è di 90 giorni per i reclami inerenti i servizi di investimento.

Per quali casi puoi accedere alla conciliazione?

La procedura di conciliazione si potrà richiedere per le esclusive controversie:

  • conti correnti
  • carte di debito
  • servizio di incasso e pagamenti

Il valore delle controversie non dovrà superare i 25.000 € e si deve riferire ad operazioni poste in essere successivamente al 1° gennaio 2007.

Come puoi attivare una procedura di conciliazione?

Hai la facoltà di avviare la procedura di conciliazione presentando domanda, su apposito modulo, tramite:

  • tramite l’assistenza di Adiconsum (per trovare la sede a te più vicina, visita la pagina “dove siamo”);

Come si svolge la procedura di conciliazione

Le riunioni delle Commissioni di Conciliazione non sono pubbliche. I dati, le notizie e le informazioni fornite nel corso delle sedute devono considerarsi strettamente riservati e confidenziali.

Nell’esperire il tentativo di Conciliazione, i componenti della commissione rappresentano, rispettivamente, la banca in questione ed il consumatore. Al termine del procedimento,i componenti della Commissione redigono e sottoscrivono un verbale con un’ipotesi di accordo che viene inviata al consumatore. L’ accettazione della proposta dovrà avvenire nel termine di 15 giorni decorrenti dall’avvenuta conoscenza, da parte del consumatore, della proposta transattiva.

Nel caso in cui il consumatore non accetti la proposta di accordo, la Conciliazione si intende rifiutata e la commissione redigerà un verbale di mancato accordo, che sarà in ogni caso inviato al consumatore.

Durata e costi di una procedura di conciliazione

Il termine per l’esperimento della procedura di conciliazione è fissato in 60 giorni, dal ricevimento della domanda da parte della segreteria. Sino a quando sarà conclusa la Procedura di Conciliazione, Unicredit sospenderà ogni eventuale azione di autotutela nei confronti del consumatore. La procedura di conciliazione è gratuita, salvo la quota di iscrizione ad Adiconsum.

Cos’è una procedura di conciliazione?

È un metodo di risoluzione extragiudiziale delle controversie, che consente alle parti – consumatore e azienda, tramite i propri rappresentanti – di confrontarsi al fine di trovare una soluzione condivisa e realmente soddisfacente per entrambe, in tempi rapidi ed in maniera economica, evitando il ricorso in giudizio.

Chi può richiedere la conciliazione?

Il cliente può richiedere la conciliazione, tramite Adiconsum, solo dopo aver presentato un reclamo.

Quando puoi ricorrere alla conciliazione?

Il consumatore può avere accesso alla procedura di Conciliazione ogni volta che, presentato un reclamo, abbia ricevuto da parte di AGOS S.p.a una risposta ritenuta insoddisfacente, ovvero non abbia ricevuto alcuna risposta entro i termini di 30 giorni.

Come puoi attivare una procedura di conciliazione?

Hai la facoltà di avviare la Procedura di Conciliazione presentando domanda, su apposito modulo, tramite l’assistenza di Adiconsum (per trovare la sede a te più vicina, visita la pagina “dove siamo”);

Per scoprire di più clicca qui

Costi di una procedura di conciliazione

La procedura di conciliazione è gratuita, salvo la quota di iscrizione ad Adiconsum.

Protocollo d'intesa

Procedura di conciliazione

Cos’è una procedura di conciliazione?

È un metodo di risoluzione extragiudiziale delle controversie, che consente alle parti – consumatore e azienda, tramite i propri rappresentanti – di confrontarsi al fine di trovare una soluzione condivisa e realmente soddisfacente per entrambe, in tempi rapidi ed in maniera economica, evitando il ricorso in giudizio.

Chi può richiedere la conciliazione?

Il cliente può richiedere la conciliazione, tramite Adiconsum, solo dopo aver presentato un reclamo.

Quando puoi ricorrere alla conciliazione?

Il consumatore può avere accesso alla procedura di Conciliazione ogni volta che, presentato un reclamo, abbia ricevuto da parte di PITAGORA una risposta ritenuta insoddisfacente, ovvero non abbia ricevuto alcuna risposta entro i termini di 90 giorni.

Come puoi attivare una procedura di conciliazione?

Hai la facoltà di avviare la Procedura di Conciliazione presentando domanda, su apposito modulo, tramite l’assistenza di Adiconsum (per trovare la sede a te più vicina, visita la pagina “dove siamo”);

Costi di una procedura di conciliazione

La procedura di conciliazione è gratuita, salvo la quota di iscrizione ad Adiconsum.

Protocollo d'intesa

Procedura di conciliazione

Adiconsum è membro di:

  • CNCU
  • Consumer's Forum

Adiconsum è socio di:

  • Forum Unirec
  • PCN Italia
  • E-Mob
  • Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC)
  • Coordinamento Free
  • Motus-E

Adiconsum è aderente a:

  • SACERT
  • CIG
  • Forum Ania Consumatori
  • Alleanza contro la povertà
  • NEXT
  • ASVIS

Sede nazionale
Largo Alessandro Vessella 31
00199 Roma

Top